fbpx

Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2019

Paniere Alimentare

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2019, ne avevi mai sentito parlare?

La Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA) è stata istituita nel novembre del 1979 e si celebra nella data del 16 ottobre, in cui ricorre l’anniversario della fondazione della FAO (16 ottobre 1945).
Celebrazioni sono previste in oltre 150 Paesi per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame del mondo.

Dal 1981, la giornata mondiale dell’alimentazione ha adottato un tema diverso ogni anno, al fine di evidenziare le aree necessarie per l’azione e fornire un approccio comune.

La maggior parte dei temi ruotano attorno all’agricoltura, perché solo gli investimenti in agricoltura – insieme con il supporto per l’educazione e la sanità – trasformerà questa situazione. La maggior parte di tale investimento dovrà provenire dal settore privato, con l’investimento pubblico a giocare un ruolo cruciale, soprattutto in considerazione del suo ruolo di agevolazione ed effetto stimolante sugli investimenti privati. Questa ricorrenza è una fra le Giornate internazionali delle Nazioni Unite più famose, lo scopo della giornata è duplice: sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’alimentazione insufficiente per milioni di persone, dall’altro organizzare e promuovere iniziative politiche in 150 paesi diversi per trovare soluzioni concrete al problema.

Il tema promosso dalla FAO quest’anno è “Un’alimentazione sana per un mondo #famezero”.

Le dimensioni del problema

Nel 2019 il 22 per cento dei bambini al di sotto dei 5 anni, 149 milioni, è rachitico: questo significa che le loro ossa non si stanno sviluppando abbastanza bene, compromettendo il loro sviluppo fisico e intellettivo.
Inoltre aumenta la sensibilità alle malattie.
Dei 149 affetti 49 milioni di bambini sono in condizioni così crtiche che non solo hanno un’altezza inferiore ai valori standard della loro età, ma sono estremamente denutriti e faticano a prendere peso.
Nei casi più gravi muoiono di fame.

Inoltre è stato reso pubblico il rapporto SOFA 2019 (State of Food and Agriculture).
“Il rapporto SOFA evidenzia come il problema dello spreco alimentare sia un problema globale con interconnessioni estremamente complesse. Una sfida che Slow Food ha raccolto nel corso degli anni e che ci ha portato a lavorare con le comunità rurali dei paesi a basso reddito per migliorare la loro sicurezza alimentare, aiutando i piccoli agricoltori a mantenere viva la cultura dei loro cibi tradizionali e a migliorare la catena di distribuzione locale, attraverso orti e mercati contadini. La ricchezza della biodiversità agroalimentare, su cui la rete mondiale di Slow Food possiede conoscenze e competenze straordinarie, può quindi aiutarci a migliorare la qualità nutrizionale del cibo” – dichiara Edie Mukiibi, membro del Comitato Esecutivo Internazionale di Slow Food.

La piaga della fame non è più solo un problema di banale, si fa per dire, povertà economica o spreco delle risorse alimentari, problemi ancora esistenti, ma il nuovo attore sulla scena è il cambiamento climatico.
Fino al 2017 il numero delle persone con insufficienti risorse alimentari è costantemente calato, grazie ad oculate politiche di cooperazione internazionale e crescita economica nei paesi in via di sviluppo, ma il numero è tornato ad aumentare.

L’aumento delle temperature nei paesi tropicali-equatoriali e la conseguente destabilizzazione del clima sta minando seriamente l’accesso alla produzione alimentari nei paesi più dipendenti dal settore primario.

Cosa puoi fare tu

Anche in Italia, nonostante sia un paese sviluppato e ricco, esistono molte famiglie che si trovano in condizioni tali da non poter garantire di sfamare regolarmente e con alimenti adeguati i propri figli.
Per aiutarli esiste il programma Varcare la Soglia di Albero della Vita ONLUS.

Varcare la Soglia è un Programma Nazionale che da più di 4 anni sta contrastando la povertà in Italia in modo concreto e differente.

Nel 2016 si stima siano 1 milione e 619mila le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta, nelle quali vivono 4 milioni e 742mila individui.

L’Albero della Vita interviene a Milano, Genova, Roma, Catanzaro e Palermo per aiutare le famiglie in difficoltà economica a superare il momento difficile e ricostruirsi una vita nuova e felice.

Puoi supportare il programma Varcare la Soglia con l’acquisto di una bomboniera solidale o un regalo natalizio solidale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *